3 bandierine rosse da tenere presenti quando scegli la location

Ovvero: tutto ciò che devi osservare attentamente prima di prendere una decisione

Sono molte le criticità da tenere a mente in fase di selezione, noi ti segnaliamo 3 bandierine rosse da tenere presenti quando scegli la location.

Sappiamo come funziona: prima guardi la posizione per assicurarti che non sia troppo distante da raggiungere. Poi dai un’occhiata alla sala per capire se ci possano stare tutti gli ospiti comodamente. Poi però passi a osservare il giardino immaginando che belle saranno le foto scattate lì, e poi finisci per fantasticare su torta, primo ballo, lancio del bouquet e le criticità e le cose davvero essenziali, rischiano di passare in secondo piano.
Ma c’è ben altro, oltre alla magia del posto, che devi prendere in considerazione prima di firmare sulla linea tratteggiata e mettere un bel po’ di soldi sul tavolo.

 

E oggi ti suggeriamo di fare attenzione a queste 3 bandierine rosse che dovrebbero metterti in allarme e farti come minimo riflettere sulla possibilità di cambiare location.
1

1) Contratti eccessivamente elaborati, con un infinito elenco di extra

Se inizi a leggere “vino a parte”, “custode dopo la mezzanotte a parte”, “vino oltre le 50 bottiglie a parte” e via di questo passo, è molto probabile che il prezzo che ti hanno presentato all’inizio, non avrà niente a che vedere con quello che pagherai al momento del saldo.

Assicurati da subito quanti e quali siano gli extra e cerca di valutare se le altre location che inizialmente sembravano più economiche, non abbiano in realtà prezzi senza extra che si equivalgono o sono addirittura più bassi!

2) Accoglienza sbrigativa e superficiale

E’ successo a Nadine e Alberto mentre cercavano la loro location: nonostante avessero un appuntamento fissato da tempo, sono stati accolti da un cameriere poco preparato perché il responsabile era in ritardo. Sono stati accompagnati in un giro frettoloso e liquidati con poche informazioni e ben confuse circa i menù, i prezzi e gli extra. Sono stati congedati con la promessa di una email dettagliata che a distanza di 10 giorni e due solleciti non era ancora arrivata e alla fine, per quanto Nadine si fosse follemente innamorata di quel posto, siamo riusciti a convincerla che se il trattamento era stato così approssimativo quando ancora dovevano cercare di vendere il servizio, c’era solo da immaginarsi quanto terribile sarebbe potuto essere il trattamento una volta presi i soldi…!
2

3) Nessuno dei tuoi fornitori la conosce, né ne ha mai sentito parlare

Se collabori con wedding planner, fotografi, videografi, catering e allestitori, è piuttosto difficile credere che nessuno la conosca, ci abbia mai lavorato o ne abbia anche solo sentito parlare. Se ti trovi in questa situazione, è probabile che si tratti di una location appena arrivata sul mercato che, pertanto, potrebbe non avere la necessaria esperienza per farti dormire sonni tranquilli.

A meno che non ti propongano una stratosferica “offerta di lancio” e a meno che tu non sia una che ama il rischio e preferisce buttarsi e risparmiare qualcosa, piuttosto che spendere il giusto per assicurarsi la tranquillità, allora ti suggerisco di rivolgerti a qualcuno di più esperto, che abbia sulle spalle almeno qualche stagione di esperienza per poterti garantire la professionalità e la competenza che un evento così importante merita.

Ph. Federico Tardito

 

daniela-ferraraBuoni Sogni, da Daniela

 

Contattami per maggiori informazioni.
Powered by