Tableau de mariage e segnaposto

1

Tableau de mariage e segnaposto: istruzioni per l’uso.

Lo so. Fare i Tavoli è una delle cose più stressanti dell’organizzazione. Eppure è necessario: tableau de mariage e segnaposto sono irrinunciabili per non generare il caos primordiale nel momento dell’ingresso in sala.

Riassumendo: il tableu de mariage è uno schema dei tavoli che contiene i nomi di tutti gli ospiti, suddivisi nei vari tavoli. Ogni tavolo ha un nome o un numero; ciascun ospite identifica a quale dei tavoli sarà seduto e una volta in sala, cercherà il segnatavolo che riporta il nome o numero che ha trovato sul tableau de mariage.

Qualcuno preferisce identificare anche la precisa posizione di ogni ospite al tavolo e per fare questo, sono necessari i segnaposto, ciascuno dei quali riporta il nome di un ospite.

 

E’ importante non solo comporre i tavoli in modo adeguato, ma anche chiedere agli ospiti una serie di specifiche sulle preferenze e, soprattutto, pretendere le conferme per tempo.

Tableau de mariage e segnaposto

Ph. Danilo Mecozzi

Infatti è fondamentale sapere per tempo, non solo chi partecipa, ma anche se ciascun ospite ha esigenze particolari legate al cibo, se i bambini sono abbastanza grandi da mangiare con il menù per adulti, oppure se sono troppo piccoli per stare seduti sulla sedia e necessitano di un seggiolone.

E questo perché, soprattutto se hai una wedding planner, le informazioni devono essere corrette e complete molto prima del giorno stesso.

Perché sai generalmente cosa faccio io la notte prima del matrimonio?

Dormo? Sbagliato!

Mi arrovello il cervello con i posti a tavola degli ospiti!

Lo so. La gente aspetta sempre l’ultimo momento per confermare e gli sposi sono costretti a fare tutto a ridosso del grande giorno, con buona pace di tutte le wedding planner che ricevono lo schema, se va bene, 48 ore prima e ci perdono il sonno e la sanità mentale!

Ovviamente tu starai pensando che il peggio sia toccato a te perché ti sei dovuta ingegnare per accorpare 8-10 persone che non si detestino tra loro nello stesso tavolo.

In realtà c’è molto altro!

Perché il più delle volte, alle ore 19 della vigilia io mi ritrovo puntualmente con:
● 10 Marco, 6 Luca, 4 Sara e 5 Giulia e devo sempre aprire un toto scommesse sul Marco giusto da far sedere vicino a Giulia nel tavolo Pinco Pallo

  • 12 bambini di età indefinita da sistemare: seggiolone o sedia?Menù baby o menù adulti?
  • un elenco alfabetico dei 150 nomi affiancati ciascuno dal rispettivo tavolo, perché quando l’ospite viene a chiedermi dove dovrà sedersi, devo dirglielo al volo, senza andare a leggere uno per uno i nomi sul tabellone.
  • una tempesta di telefonate agli ospiti per sapere: ma il tuo +1, come si chiama di cognome? Perché sai, abbiamo altri 7 Luca!
  • chiamate e messaggi al catering per ricordargli che ci sono tot menù bambino, altri tot vegetariani, altri tot per intolleranti e via di questo passo

E tutto questo per assicurarmi che i 5 minuti della sistemazione in sala filino via lisci!

Come la volta in cui la zia Caterina che detestava cordialmente la moglie di uno dei nipoti, si è ritrovata a sedere precisamente vicino a lei, perché si era accomodata nel posto della Caterina sbagliata! Per fortuna ho individuato il momento di crisi e ho accompagnato la zia Caterina al suo posto, evitando i musi lunghi e lo scompiglio generale!

1

Ma se vuoi preservare la sanità mentale della tua wedding planner o, peggio ancora, se disgraziatamente non ne hai una a sistemare i segnaposti e a interfacciarsi con il catering, ecco cosa devi fare per i tuoi tavoli:

1) Chiedi conferma a TUTTI gli ospiti almeno 10 giorni prima. Sii decisa nel pretendere un si o un no: se non sanno dirtelo entro la data richiesta, fai loro sapere che dovrai considerarlo come un no.

2) Per ogni omonimo segna anche il cognome, a scanso di equivoci!

3) Verifica quanti sono i bambini e il numero di seggioloni.
N.B. Accertati anche che il costo dei seggioloni sia specificato nel contratto e in fattura: spesso è un costo extra che ti arriva come regalino di nozze proprio al momento del saldo ed è un regalo ancora meno piacevole della 15esima cornice in silver!

4) Verifica che i bambini abbiano tutti il menù bimbi: molti sono troppo piccoli per mangiare un normale menù per bambini, altri si sentono già donnine e ometti e preferiscono mangiare “come i grandi”.

5) Crea una planimetria della sala in cui segnerai ogni nome con eventuale iniziale del cognome, i bambini con menù bambini, quelli con il seggiolone, gli intolleranti, i vegani e i vegetariani e ricordarti di inviare tutto questo al catering almeno 2 giorni prima

In questo modo tutto dovrebbe filare liscio e nessuno dovrà rinunciare al un buon sonno pre-matrimonio.

Vuoi qualche altra dritta sui tavoli? Scrivimi! Ti aspetto

 

Daniela FerraraBuoni sogni da Daniela

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Condividi su

Share on facebook
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Contattami per maggiori informazioni.
Powered by