Quali sono i 5 fornitori indispensabili e come selezionarli

Definire i 5 fornitori indispensabili e come selezionarli è il punto di partenza dell’organizzazione.

Tecnicamente l’unica cosa di cui davvero non si può fare a meno, sono i registri comunali o quelli parrocchiali su cui trascrivere legalmente la nuova unione. Il resto in realtà non è indispensabile!

Certo che però ci sono cose senza cui un matrimonio non sa veramente di matrimonio…

Quindi ti suggeriamo la nostra classifica dei fornitori più importanti, quelli dai quali dovrai partire con le ricerche, quelli che ti richiederanno più tempo e più concentrazione nella prima fase di selezione. E ti suggeriremo alcune delle cose che dovrai verificare per essere certa della validità dell’offerta.

Più la ricerca sarà accurata, più ti sforzerai di comprendere se lo stile e la professionalità del fornitore scelto sia in linea con i tuoi gusti e le tue esigenze, più sarai certa del risultato finale! Chiaramente non è così semplice selezionare il fornitore perfetto perché sulla carta sono tutti formidabili nel vendersi come i migliori, ma poi chi ti garantisce che il risultato sul campo sia lo stesso di quello venduto in fase di contrattazione?

Ovviamente il modo più semplice per ottenere questa garanzia è rivolgersi a noi! 😉

Però ti diamo comunque qualche dritta per riuscire a cavartela da sola in caso decidessi per un matrimonio fai da te

 2

credits

1) Al primo posto c’è ovviamente la wedding planner!
Sto scherzando! Il primo posto va al ristoratore o al caterer perché la prima cosa che ci viene in mente parlando di matrimonio è il banchetto da condividere con i propri cari.

In fase di contrattazione ricordati di chiedere se nel prezzo comunicato sia inclusa l’Iva. Spesso per le bevande ci sono delle quantità prestabilite, sforate le quali verrà applicata una maggiorazione: chiarisci questo punto in fase di contrattazione. Chiedi quali siano le differenze di prezzo per i menù bimbi e per lo staff e definisci una o due cene di prova per verificare che la cucina sia all’altezza delle tue aspettative

2) La location. Sia che tu scelga un ristorante, sia che si tratti di una villa o un castello, quello che è fondamentale è che il posto sia attrezzato per contenere tutti i tuoi ospiti sia in caso di bel tempo che in caso di pioggia. Tutti ci auguriamo che quel giorno di sia il più luminoso dei soli, ma se non dovesse essere così, diventerebbe estremamente complicato (e dispendioso!) correre ai ripari all’ultimo minuto!

E’ importante anche la distanza dalla chiesa/sala comunale: un tragitto superiore ai 45 minuti di auto, potrebbe indisporre e stancare i tuoi ospiti.
Verifica anche con i responsabili quali siano i limiti orari, se ci siano condizioni particolari per la musica e se ci siano aree della location in cui sia interdetto l’accesso agli ospiti. Altro dettaglio fondamentale è quello dei servizi igienici: verifica che siano in numero sufficiente per tutti gli ospiti previsti e fai in modo che ci sia un addetto sempre presente per pensare alla loro pulizia. Ultimo, ma non meno importante, il parcheggio. Se prevedi 100 auto e il parcheggio interno avrà posto solo per 30, devi trovare una soluzione alternativa per garantire a tutti un’adeguata sistemazione e dovrai anche segnalarlo attraverso una mappa da fornire agli ospiti.

3

credits

3) Il fotografo: i suoi scatti saranno ciò che ti resterà più a lungo come testimonianza di tutte le emozioni di quella giornata.

Verifica innanzitutto che il suo stile corrisponda al tuo gusto personale. Chiedi di visualizzare più di un servizio fotografico per assicurarti che anche cambiando ambientazione, lo stile resti di tuo gradimento. Chiedi di specificare a quante ore ammonta il servizio, quanti saranno gli operatori, quali saranno i prodotti fotografici restituiti e in quali tempi vi verranno consegnati. Per quanto l’album si possa sempre fare in un secondo tempo, molti fotografi propongono pacchetti vantaggiosi che includono il materiale a stampa: chiedigli di illustrarti la loro migliore proposta.

4) Qualcuno che si occupi degli allestimenti. Può essere il floral designer se ami i fiori o un artigiano se scegli soluzioni meno convenzionali, ma è importante selezionare qualcuno che sappia rendere l’atmosfera accogliente e sappia raccontare la vostra storia con dettagli che parlino di voi.

Definite da subito lo stile, richiedi bozzetti, fotomontaggi, mood board e campioni di stoffe: non sarà comunque semplice immaginare il risultato finale, ma è giusto che tu abbia più strumenti possibili a tua disposizione.
Quando selezioni il fornitore, verifica che si tratti di qualcuno di aggiornato, che segue le tendenze, che conosce le novità in fatto di materiali e tecniche. Chiedi di farti vedere un portfolio e diffida se ti mostrerà solo qualche brutta foto scattata con il cellulare. Chiedi se ha una pagina Pinterest, Instagram e Facebook e dai social verifica il suo stile e il suo modo di lavorare. Se non hanno in studio nessuna rivista di settore e i migliori lavori che riesce a mostrarti sono delle composizioni simili a quelle del matrimonio di tua mamma, forse è il caso di cambiare fornitore! 😉

1

credits

5) Musica e intrattenimento: che sia fatto da amici o da professionisti, dal vivo o con una consolle, la giusta colonna sonora enfatizza ogni momento speciale e amplifica le emozioni.
Scegli con cura questi fornitori perché giocheranno un ruolo fondamentale per la buona riuscita dell’evento.

Definisci limiti orari, chiedi che tipo di intrattenimento facciano (vuoi uno stile piano bar da piola con tanto di trenino o una selezione studiata e ricercata di pezzi contemporanei?) definisci con loro i pezzi per i momenti centrali del ricevimento (primo ballo, ballo della sposa con il papà, ballo dello sposo con la mamma, taglio della torta, lancio del bouquet…) e se necessario, fornisci gli una playlist di pezzi che ami, per rendere tutto ancora più personale!

4

credits 

 

 

Contattami per maggiori informazioni.
Powered by