5 errori da non fare quando pianifichi le tue nozze

5 errori da non fare quando pianifichi le tue nozze

Stai organizzando il tuo matrimonio in autonomia e siccome sei una persona molto precisa e scrupolosa e hai già aiutato tante tue amiche a organizzare il loro grande giorno, sei convinta di avere tutto sotto controllo. Sappi però che ci sono almeno 5 errori comuni nei quali potresti incorrere!
Ti sveliamo quali

1) Scrivere inviti con destinatari ambigui.
Se scrivi sulla busta: “Alla fam. Rossi”, aspettati i coniugi Rossi con i figli al seguito. E se i figli sono grandi, potresti anche rischiare che si presentino con i relativi partner! Se non intendi invitare i figli, specifica “Al Sig. Rossi e Signora”, altrimenti rischi di dover improvvisare alcuni coperti imprevisti all’ultimo minuto!

Inoltre dovresti essere molto chiara con la politica del “+1”. Specifica chiaramente ai diretti interessati se possono o non possono portare con sé il partner. Tieni presente che, in linea di massima, a meno che non si tratti di una coppia nata poche settimane prima, è sempre un gesto gradito invitare anche il compagno/compagna degli amici.

paper

credits

2) Inviare la partecipazione con un normale francobollo.
Sembra banale ma non lo è! Difficilmente le buste che contengono partecipazione e invito hanno il formato e il peso standard delle normali lettere! Per non rischiare che non giungano a destinazione, passa dalla Posta e verifica come procedere. Potrebbe anche verificarsi la ben più imbarazzante situazione per cui la busta giunga comunque a destinazione, ma al destinatario venga richiesto di pagare il supplemento sulla spedizione!

Meglio non rischiare!

3) Firmare i contratti senza averli letti integralmente.
I contratti sono composti di molti dettagli e se non si è abituati a farlo, leggerli attentamente può risultare lungo e complesso.

Potresti anche voler richiedere delle variazioni ad alcune clausule che per te non sono convenienti: per rinegoziare i termini dell’accordo, è sempre opportuno avere chiaro il quadro complessivo delle richieste e sapere come muoversi per chiedere la variazione.

L’ideale è richiedere al fornitore di fornirvene una copia da poter leggere a casa con calma, magari con l’aiuto di un amico laureato in legge che sia avvezzo al linguaggio utilizzato. In questo modo sarai sicura di quello che stai firmando e non rischierai di avere brutte sorprese al momento del saldo!

1

credits

4) Usare Pinterest e blog di matrimoni indiscriminatamente!
Sicuramente in fase di progettazione, sono strumenti preziosi perché ti forniscono molti spunti originali che probabilmente non ti sarebbero venuti in mente. Ma una volta definita una linea guida e lo stile del tuo matrimonio, continuare a consultare questi strumenti può risultare fuorviante, perché potresti trovare nuove ispirazioni che ti entusiasmano e che finirebbero per farti cambiare idea sullo stile già selezionato e sul quale, magari, i tuoi fornitori sono già al lavoro, con conseguente perdita di tempo e denaro per tutti gli attori coinvolti.

5) Dimenticare di definire i costi extra con relative brutte sorprese a ridosso dell’evento.
Chiedi a tutti i fornitori di specificare chiaramente nel contratto se siano previsti dei costi extra. Spesso il catering non include il vino, la location non specifica se ci sia un costo extra orario, il fiorista non include i costi di consegna a casa degli accessori per sposi e testimoni, il dj non dice se le ore successive alle 8 previste prevedano una maggiorazione, il custode per le auto o chi si occupa della pulizia dei bagni non vengono specificati, ma sono da pagare a parte rispetto al noleggio ecc.

Il rischio è di ritrovarsi a pochi giorni dall’evento (o peggio ancora il giorno stesso) con tante spese non previste, tutte cose che ti causano un grande stress di cui non hai certo bisogno!

1

credits

danielaBuoni Sogni da Daniela

Contattami per maggiori informazioni.
Powered by