Abito da sposa: 3 possibili disastri e come affrontarli

Abito da sposa: 3 possibili disastri e come affrontarli

Abito da sposa: 3 possibili disastri e come affrontarli

Certo tutti si augurano che quel giorno fili tutto liscio come l’olio. E tutti lavorano perché davvero questo succeda.

Ma gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo e quelli più temuti riguardano l’abito.

Oggi parliamo allora dell’abito da sposa: 3 possibili disastri e come affrontarli.

  1. Misura sbagliata dell’abito da sposa
    Questo è in assoluto il più drammatico degli eventi! E non è così raro come pensi.
    I motivi possono essere diversi, dal dimagrimento dovuto allo stress o, al contrario, dal gonfiore portato dalla tensione e dalle temperature tropicali se ti sposi in estate.
    L’unico modo per far fronte a questo possibile disastro è insistere con l’atelier perché l’abito ti venga consegnato almeno 4 giorni prima. In questo modo c’è un po’ di margine per compiere il miracolo e recuperare o eliminare qualche centimetro dove necessario. Se temi che nei 2 giorni successivi alla modifica qualcosa possa ancora cambiare, corri ai ripari con degli accessori. Acquista in atelier una bella cintura se temi che l’abito possa starti largo, oppure un bolerino o una stola morbida se hai paura di dover nascondere qualche bottoncino che non sta ben chiuso.
    Potresti perfino scoprire che un tocco di colore con l’accessorio giusto, è un’idea vincente per un look originale!Abito da sposa

    Macchie sull’abito da sposa

  2. Questa è una minaccia incombente contro la quale si può usare tutta l’attenzione del mondo, ma non si può mai prevedere la poca attenzione degli altri! Quindi può finire sul vestito candido dello spumante, il rossetto di un’amica distratta, del trucco o peggio ancora del vino rosso.
    Per prevenire il possibile disastro, è fondamentale chiedere all’atelier o alla sarta che lo ha confezionato, quale prodotto può essere utilizzato per smacchiarlo.
    Non improvvisare seguendo i consigli della zia Gerardina: limone e bicarbonato come si faceva una volta, non va bene per tutto!
    Quando ti avranno spiegato con quale prodotto smacchiarlo, fai in modo che la tua wedding planner (o se proprio non ne hai una, la tua testimone), ne abbia un kit di emergenza nella borsetta.
  3. Si rompe la zip dell’abito da sposa
    Si aprono 3 possibili scenari:
    – la zip si blocca. In questo caso spesso basta solo lubrificarla con un pochino di sapone o della crema alla glicerina. Ovviamente fai moltissima attenzione a non macchiare il tessuto circostante
    – un dentino traballa o si sposta. In questo caso, chiedi a uno degli uomini di casa di raddrizzare con una pinza il dente che è andato fuori sede
    – uno o più denti si rompono. Questo è il caso più drammatico! Se non c’è tempo per chiamare la sarta e fare una riparazione d’emergenza, l’unica soluzione è chiudere l’abito con delle spille da balia che cercherai di nascondere tra le pieghe del vestito o con un bolero, o con i capelli, o con una stola. Per assicurarti che il vestito non cada, una buona cintura di emergenza in tessuto colorato, potrebbe essere un’ottima arma contro le figuracce epiche.Abito da sposa: affrontare gli imprevisti

A proposito di abito, hai già scelto il tuo?
Un Giorno Un Sogno ti offre un esclusivo servizio di Consulenza di Immagine Sposa con la nota consulente d’immagine the Red attitude, che saprà accompagnarti nella scelta del modello più giusto per il te, per esaltare le tue forme e illuminare il tuo incarnato.

Se vuoi saperne di più o se vuoi conoscere i nomi dei fornitori di fiducia che di certo non ti consegnerebbero mai un abito con la cerniera difettosa, allora scrivimi! Parleremo insieme di come posso supportarti nella ricerca dell’abito e nell’organizzazione degli altri step.

Daniela FerraraBuoni sogni, da Daniela

 

 

Ph. Federico Tardito e Danilo Mecozzi

Contattami per maggiori informazioni.
Powered by