5 cose che potrebbero andare storte e come prevenirle

Anche se ti sembra impossibile perchè sono mesi che pianifichi tutto nei minimi dettagli, ci sono alcuni imprevisti che potrebbero comunque capitare e causare momenti di panico!

Se hai una wedding planner che si occupa del coordinamento e della regia della giornata, si preoccuperà di gestire tutti gli imprevisti che si presenteranno, ma sapere cosa potrebbe capitare e sapere soprattutto che esiste una soluzione, può aiutarti a tenere a bada l’ansia.

Quindi, qui ti elenchiamo le 5 cose che potrebbero andare storte e come prevenirle

  1. Invitati non previsti
    Qualcuno che si è liberato all’ultimo minuto e ci tiene a venire. O qualcuno che ha confermato solo per sé, ma poi porta i bambini. O qualcuno che non ha letto attentamente i destinatari della partecipazione e si presenta con un +1.
    In questi casi, niente panico! La prima cosa da fare è avvisare il catering di aggiungere i posti mancanti e se c’è un tableau de mariage, cercare di inserire il nominativo mancante.

    Come procedere:
    – Noleggiare sempre delle sedie in più e mai in numero esatto
    – Accertarsi che il catering non abbia le porzioni contate
    – Se ci sono dei segnaposto, portarne sempre qualcuno vuoto da poter aggiungere

  2. Un fornitore sbaglia l’ordine
    Avevi chiesto la peonia rosa cipria. Invece arriva rosa confetto. A Madre Natura non si comanda, ed è possibile che, per ragioni di meteo, di terreno o di altre variabili fuori controllo, le sfumature non siano esattamente identiche a quelle viste in foto. Quando ti accorgi dell’errore, puoi avvisare il fornitore e chiedere se ci sia modo di rimediare, almeno per le composizioni a cui tieni di più o che saranno più spesso immortalate nelle foto, come quelle sull’altare. Se non è possibile porre rimedio, respira e pensa che solo tu sapevi come in realtà sarebbe dovuto essere! Tutti gli altri non ne hanno idea e apprezzeranno semplicemente lo stile e l’eleganza dalla composizione.

    Come procedere:
    – Chiedere sempre ai fornitori di verificare la merce prima che venga consegnata. A volte una foto il pomeriggio prima, consente ancora di cambiare (e salvare!) tutto!
    – Se non sei riuscita a prevenire, quel giorno puoi chiedere se ci sia un modo per riparare anche solo in parte all’errore. Se la risposta è no, rilassati e pensa che probabilmente nessun altro si accorgerà dello sbaglio e tutti apprezzeranno e si divertiranno lo stesso.

  3.  Piedi e schiena ti fanno vedere le stelle e la testa sta per esplodere
    Non ti dico niente di nuovo quando ti dico che il male ai piedi può distruggere la bellezza di qualsiasi notte stellata e togliere la calma a qualsiasi monaco buddhista! E anche una schiena tormentata da una postura a cui non è abituata oppure le costole compresse nelle stecche del bustino o il cerchio alla testa per l’acconciatura e il diadema, possono rischiare di rovinarti la festa. É vero, abito e scarpe li hai provati più e più volte, ma non li hai mai indossati per 12 ore di fila, camminandoci e ballandoci su. Potresti avere una brutta sorpresa che ti farebbe passare tutto l’entusiasmo e l’energia per la parte più divertente della giornata

    Come procedere:
    – Prevedi sempre un cambio di emergenza da affidare alla mamma o alla testimone o alla damigella. Un abito carino, ma soprattutto comodo, da cambiare se proprio il vestito da sposa non è comodo come lo immaginavi
    – Porta sempre con te delle scarpe di ricambio, che possono essere delle semplici ballerine, un paio di sneakers da sposa o, perchè no, un simpatico infradito
    – Porta con te scatola delle scarpe e custodia porta abito per conservare ciò che hai indossato fino a quel momento
    – Concorda con la tua parrucchiera un’acconciatura che sia facilmente modificabile nel caso di mal di testa insopportabile e che resti carina anche se mani non esperte fanno una modifica per renderla più comoda

  4. Pioggia (ma anche troppo sole o troppo vento)
    Siamo alle solite. Speriamo sempre che ci sia il sole, ma non troppo. Un po’ di venticello, ma non troppo. E soprattutto che non piova! E se invece niente di tutto ciò dovesse succedere? Gli agenti atmosferici sono una delle poche cose su cui non abbiamo controllo e non puoi rischiare di rovinare quel giorno per colpa del meteo!

    Come procedere:
    – Prevedi sempre un piano B per la pioggia, ma anche per il sole o il vento.
    Se prendi una tensostruttura, verifica con il fornitore che la struttura sia solida e non rischi di volare via alla prima folata di vento
    – Se parte del ricevimento o della cerimonia si tengono all’aperto, attrezzati per creare delle zone di refrigerio all’ombra, perché anche troppo sole rischia di rovinare la festa a tutti
    – Se ti sposi in estate, assicurati che gli ospiti trovino subito bibite fresche al loro arrivo
    – Se ti sposi inverno, accordati con la location perché il riscaldamento venga acceso già il giorno prima

  5. Cose dimenticate a casa
    Innanzitutto respira. Poi prova a pensare se sia realmente qualcosa di indipensabile. Al 90%, a meno che non si tratti delle fedi, è comunque qualcosa a cui puoi rinunciare, trovando uno stratagemma dell’ultimo minuto per sostituirlo.  Se proprio non lo fosse, valuta se valga la pena tornare indietro o se delegare il compito a un amico fidato. Ovviamente se hai assunto una wedding planner, questo è il momento di giocare il jolly e delegare a lei la gestione del problema

    Come procedere:
    – Crea qualche giorno prima una lista delle cose indispensabili che dovranno uscire di casa con te quel giorno
    – Delega una persona di fiducia perché spunti la lista e prepari una borsa che contenga tutto il necessario

Daniela Ferrara | Un Giorno Un SognoBuoni sogni, da Daniela

Contattami per maggiori informazioni.
Powered by