Matrimonio a tema colore? Come sceglierlo senza fare disastri

Hai scelto un matrimonio a tema colore? Ecco come sceglierlo senza fare disastri.

Subito dopo “hai scelto la data?” e “hai già preso il vestito?” quella sul tema o sul colore del matrimonio sarà la domanda che ti faranno più di frequente.

E in effetti è una delle cose importanti da definire perché condiziona l’atmosfera, lo stile e dettagli di tutto l’evento, a partire dalle partecipazioni per finire con le bomboniere.

Cadere nel banale è incredibilmente facile. Ma ancora più facile è accostare colori sbagliati tra loro o fuori luogo rispetto al contesto, solo perché si vuole cercare di stupire, discostandosi dal classico rosa e lilla che alla fine, confessalo, ha stufato un po’ anche te!

Allora ti suggerisco 5 semplici regole che dovrai seguire per scegliere il colore, o meglio ancora i colori, perfetti per l’allestimento e per i dettagli del tuo matrimonio.

1) Attieniti allo stile della location
Se scegli un agriturismo rustico con materiali naturali e colori caldi, probabilmente rosa fluo e verde acido, non saranno le scelte migliori! Accordati ai toni e allo stile del posto che hai scelto.
Generalmente gli ambienti interni ti danno già dei suggerimenti sulle tonalità più indicate. Una villa potrà suggerirti i colori dei suoi affreschi, un castello con mattoni a vista richiamerà tinte calde, una sala moderna e asettica si presta bene ai colori metallici e le sale neutre con colori tenui possono accogliere tutta la gamma di pastelli, ma anche lasciarti il permesso per osare con qualche colore più intenso e protagonista.

2) Tieni sempre presente il livello di formalità che vuoi dare alla giornata
Se vuoi un evento formale ed elegante, ricorda che colori troppo appariscenti (come il verde lime, il fucsia o il giallo fluo) manderemmo un messaggio contrastante e fuorviante. Meglio scegliere tonalità pastello. Oppure colori più classici e “istituzionali”, come un blu intenso o un amaranto, magari associato a oro o argento

3) Scegli Colori Pantone
Se chiedessi a 10 persone di immaginare il colore rosa, certamente verrebbero fuori 10 sfumature differenti. Ed è esattamente quello di cui non hai bisogno nel tuo matrimonio. In un evento in cui collaborano fornitori diversi che lavorano materiali diversi, è molto semplice discostarsi anche di molto dalla tonalità che avevi in mente. Il colore Pantone è una corta di codice fiscale univoco di quel colore. Scegliendo un Colore Pantone, tutti i fornitori si adegueranno al codice corrispondente evitando libere interpretazioni che genererebbero solo accozzaglie di colori tutti diversi tra loro.

4) Non dimenticare i neutri
L’inserimento nella palette di qualche tinta neutra, aiuta a rendere l’ambiente rilassante, illumina la sala e fa anche risaltare la brillantezza dei colori che vorrai accostargli. E per neutri non parliamo solo di bianco. Ci sono moltissime varietà del bianco e del grigio che possono essere definite tonalità neutre, dal beige, al grigio perla, al tortora, al ghiaccio. L’unica accortezza che devi avere è quella di scegliere un neutro caldo, se accosti colori caldi (ad esempio un beige se scegli di accostarlo ai rossi o all’arancio) e invece un neutro freddo se scegli di accostargli colori freddi (ad esempio un grigio perla con i blu, con i verdi o con i viola)

5) Non esagerare con il numero di tonalità scelte
Una palette di più di 4 colori complica incredibilmente le cose. Il rischio è di non riuscire a trovare le esatte sfumature per ogni dettaglio e di creare un’atmosfera complessivamente non armoniosa.

Se tutti questo parlare di colori, ti ha messo in testa una grande voglia di progettare e creare, ma anche se ti ha confuso un po’le idee e non sai da che parte iniziare, in ogni caso, la cosa migliore da fare è chiamarmi!

Daniela Ferrara Un Giorno Un Sogno - Proposta di matrimonio TorinoBuoni sogni, da Daniela

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Contattami per maggiori informazioni.
Powered by